REIKI: AMORE


Il Reiki (Rei: energia universale, Ki: energia personale/vitale), è una pratica corporea che rientra nel gruppo delle discipline olistiche ed è una tecnica che aiuta a riportare equilibrio nel proprio corpo, le proprie emozioni e nei pensieri. L’unione di queste due energie, universale e personale, creano un’energia di amore che contribuisce all’incontro tra lo Spirito e la materia.

Reiki non è soltanto un ritorno ad un intimo contatto con se stessi e la propria energia e quindi un andare verso l’ordine, la chiarezza e la verità, ma anche un nuovo approccio alla vita che mette in luce le problematiche da dover affrontare e sistemare, oppure mette in evidenza un dolore/disagio che la persona sarà costretta a prenderne consapevolezza.

Secondo me il Reiki è anche un’occasione di “risveglio”, cioè la persona comincia a cambiare la modalità di considerare la vita e la morte, come se ad un certo punto, avesse la possibilità di togliersi un paio di occhiali che l’avevano sempre costretta a guardare in un’unica direzione. E’ anche un cammino verso la “consapevolezza”. Una maggiore conoscenza di se stessi e comprensione di tutti gli eventi che possono accadere nella vita. Reiki contribuisce ad una maggiore “sintonizzazione” con il mondo circostante. E’ come se la persona sentisse e percepisse maggiormente le persone che ha intorno e comprendesse di far parte dell’universo, cioè di essere inserita in un contesto più ampio, che non sia la propria famiglia, luogo di lavoro, cerchia di amici, città, nazione, ecc. Reiki porta ad un maggior rispetto ed amore verso se stessi, gli altri e tutti gli esseri viventi, l’ambiente in cui vive e di tutte le regole che amministrano la società e di tute le leggi che regolano l’universo intero. Reiki non è un punto di arrivo, ma una partenza alla scoperta di se stessi; una strada che conduce alla verità e alla scoperta dei misteri delle vita su questa terra. E’ una via verso la conoscenza. E’ un cammino di amore. Questo cammino, si può intraprendere solo cominciando ad accettare se stessi, e piano piano, iniziare anche ad amare gli altri così come sono. In quanto anche loro sono anime scese sulla terra, come noi, con un compito da svolgere. Utilizzare l’amore incondizionato, si può fare soltanto vivendo e sperimentando la comprensione, il perdono, la compassione, la gratitudine e la gioia.

Tutti noi siamo capaci di amare in maniera incondizionata, perché questo amore sta dentro di noi. E’ necessario forse solo trovare il modo di ricontattare questo amore, di sentirlo e sperimentarlo ,sempre in più occasioni. Noi siamo fatti di una personalità di un’anima e di uno Spirito, siamo un’unica entità che racchiude tutte le informazioni che provengono dall’universo stesso e sono contenute nel nostro DNA. Solo esprimendo questo amore incondizionato, si può veramente essere in risonanza con tutto il mondo.

“ Non siamo noi che viviamo, ma è l’universo che fa vivere. Noi non viviamo soli, ma grazie agli altri: la vita è un dono prezioso che ci fanno”.